Videocolposcopia

La videocolposcopia consiste nel trasmettere le immagini del colposcopio, attraverso una telecamera, su un sistema video costituito da un monitor attraverso cui la paziente e gli assistenti stessi, possono seguire tutte le fasi dell’esame o dell’eventuale intervento chirurgico.

aDoc punta all’eccellenza in ogni sua attività e intende diventare un centro di riferimento sul territorio per l’ambito ginecologico, anche e soprattutto per quanto riguarda la prevenzione.

Per questo motivo, tra gli altri strumenti diagnostici, aDoc si è dotato di un videocolposcopio di ultima generazione, con accessori per Isteroscopia– Ecleris mod.C100F, che garantisce maggiore nitidezza e qualità delle immagini.

La videocolposcopia è un’indagine medica diagnostica che consiste nel visionare a forte ingrandimento i genitali femminili (vulva, perineo, vagina, cervice uterina) servendosi di un particolare microscopio detto colposcopio.

Inoltre il sistema video è collegato ad apparecchi per la videoregistrazione analogica (VHS o s-VHS) o digitale (DVD) per conservare e rivedere le immagini al termine dell’esame.

La videocolposcopia permette di:
    • diagnosticare e prevenire le lesioni pre-neoplastiche e neoplastiche benigne o maligne del collo dell’utero, della vagina e della vulva in uno stadio precoce;
    • esaminare il collo dell’utero soprattutto dopo un Pap-test dubbio o positivo
    • identificare esattamente sede e localizzazione di lesioni da sottoporre a prelievi bioptici e/o citologici mirati;
    • valutare meglio lesioni infiammatorie, infezioni batteriche, micotiche, protozoarie o virali ( condilomi), polipi cervicali, verruche, ulcere, etc.:
    • valutare la risposta alla stimolazione estrogenica fisiologica o terapeutica in donne in post menopausa;
    • controllare l’evoluzione della C.I.N. (o displasia) in gravidanza;
    • programmare al meglio la terapia da effettuare;
    • esaminare i genitali esterni del partner maschio.
videocolposcopia
Strumento per videocolposcopia

aDoc